Mangiare Matera

Il marchio MANGIARE MATERA vuole portare, sulle nostre tavole e nelle nostre cucine, il meglio della produzione agroalimentare lucana. Ogni prodotto è selezionato con cura, seguito dal campo sino alla tavola, per farci riscoprire i sapori genuini di un tempo.

Calamarata con filetti di orata e code di gambero su passata di fagioli zolfini

calamarata3

Ed ecco la proposta di Sandra, a base di calamarata , orata e gamberi.

per quattro persone

400 g. di calamarata di semola di grano duro  Mangiare Matera
4 filettini di orata piuttosto grossi freschi
300 g. di code di gamberi fresche
olio extra vergine di oliva
10 pomodorini a grappolo
prezzemolo
aglio
peperoni piccanti secchi
200 g. di fagioli zolfini del Pratomagno precedentemente cotti
Togliete la pelle ai filetti di orata. io me la faccio togliere in pescheria di solito.
Cercate anche di togliere tutte le lische eventuali che possono essere rimaste.
Sbucciate i gamberi e togliete le teste. qualcuna la butterete nell’acqua di cottura della pasta e la toglierete prima di buttare la calamarata per insaporire un attimo di mare anche l’acqua.
In una padella capiente soffriggete in un giro di olio evo a fuoco lentissimo il prezzemolo e uno spicchio di aglio in camicia schiacciato e il peperone piccante secco diviso in due pezzi. Aggiungete i pomodorini tagliati a dadini. appena il pomodoro si ammoscia aggiungete i filetti di orata e del sale grosso integrale.
Lasciate cuocere per qualche minuto e sfumate con mezzo bicchiere di vino bianco (buono per favore).
Una volta sfumato il vino aggiungere le code di gambero e cuocere per altre due o tre minuti.

Passate i fagioli con il mixer e fateli scaldare con un filo di olio in una padella a parte. tenete in caldo.

Nel frattempo avrete buttato la pasta nell’acqua bollente salata. scolatela molto al dente e finite di cuocerla nella padella con il condimento aggiungendo se necessario un po’ di acqua di cottura.

Annunci

Informazioni su Teresa De Masi

Perché anche in cucina non si smette mai di imparare, di crescere e - soprattutto - di meravigliarsi.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 14 novembre 2013 da in Concorso, Primi piatti, Ricette con tag , , , .
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: