Mangiare Matera

Il marchio MANGIARE MATERA vuole portare, sulle nostre tavole e nelle nostre cucine, il meglio della produzione agroalimentare lucana. Ogni prodotto è selezionato con cura, seguito dal campo sino alla tavola, per farci riscoprire i sapori genuini di un tempo.

Canederli con Cime di Rapa e Salsa alle Alici di Cetara

La proposta di Chiara, a base di pane di Matera.

canederli 1

Ingredienti:
200 g di pane di Matera Igp (che abbia almeno 4-5 giorni)
1 bicchiere di brodo vegetale
500 g di cime di rapa
1 scalogno
2 cucchiai di pecorino stagionato
1 uovo bio
sale
1 peperoncino
olio Evo

500 ml di brodo vegetale

alici di Cetara

Procedimento:
Lessate le cime di rapa in acqua bollente salata, appena cotte lasciatele scolare e strizzatele bene.
Tagliate il pane a dadini piccoli, elimenando la crosta, mettetelo in una ciotola e copritelo con il brodo tiepido. Mescolate e fatelo riposare per qualche ora finchè non diventerà morbido.
Nel frattempo in una padella fate imbiondire uno scalogno con un peperoncino: appena sarà cotto unite le cime di rapa e fate insaporire per qualche minuto.
Sminuzzate le cime di rapa ed unitele al pane ormai ammorbidito.
Mescolate e regolate di sale, aggiungete l’uovo e il pecorino e mescolate fino ad ottenere un impasto di consistenza simile a quello per le polpette. Se dovesse servire aggiungere un pò di pangrattato. Fate riposare per qualche ora -l’ideale sarebbe tutta la notte-.
Formate i canederli della grandezza di una noce e lasciateli riposare in frigorifero per 1 o 2 ore su un vassoio spolverato con un po’ di pangrattato.
Cuocete i canederli in brodo vegetale per una decina di minuti.

Nel frattempo preparate la salsa: fate sciogliere in un cucchiaio di olio Evo 5 o 6 alici di Cetara finchè non si saranno sciolte del tutto, aggiungere qualche cucchiaio di acqua di cottura e montate con un frullatore ad immersione finchè non si formerà una cremina liscia.

Scolate i canederli, conditeli con la salsa alle alici ed un filo di olio Evo.

Annunci

Informazioni su Teresa De Masi

Perché anche in cucina non si smette mai di imparare, di crescere e - soprattutto - di meravigliarsi.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 20 novembre 2013 da in Concorso, Primi piatti con tag , , , , .
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: