Mangiare Matera

Il marchio MANGIARE MATERA vuole portare, sulle nostre tavole e nelle nostre cucine, il meglio della produzione agroalimentare lucana. Ogni prodotto è selezionato con cura, seguito dal campo sino alla tavola, per farci riscoprire i sapori genuini di un tempo.

Frascatielle, larde e petresinere

Ovvero, una pasta inaspettata tra Molise e Basilicata per Mangiare Matera. Di Loredana.
IMG_7505

Frascatielle
per 4 persone
500 gr farina di semola di grano duro, per me Senatore Cappelli
acqua q.b.
Versate la farina sulla spianatoia, allargatela e, con le mani grondanti , spruzzatela di gocce d’acqua, si formeranno tante pallottoline di diverse dimensioni; strofinatele sulla spianatoia con le mani, raccoglietele con la “schiumarola” e liberatele, scuotendole in un setaccio, della farina superflua.

IMG_7483 - Copia

Ripetete questa operazione più volte, fino a quando tutta la farina sarà diventata “frascatielle”.
Una volta setacciati, versateli su un vassoio cosparso di semola, allargateli e lasciateli asciugare ( se non li consumate subito) si conseveranno bene, seccando leggermente all’aria, fino al giorno successivo.

Porre sul fuoco una pentola con abbondante acqua, salatela e appena raggiunge il bollore versare la pasta, scolateli brodosi e conditeli.

Condimento alla Campobassana

Con questo condimento ho voluto omaggiare la mia città di origine, era tradizione annegare i “frascatielle” con un abbondante condimento a base di lardo, profumato dal prezzemolo:
olio extravergine d’oliva
lardo di prosciutto a pezzi
prezzemolo fresco
Versare l’olio e il lardo in una “fressora” , padella, e lasciarlo scaldare e soffriggere dolcemente.

Una volta scolata la pasta versarla nella padella e mescolare ( ricordarsi di non sgocciolarla completamente dall’acqua di cottura), cospargere con abbondante prezzemolo e gustare.

Altri condimenti
Un condimento basico è, semplicemente, dell’ottimo formaggio pecorino, mescolato ai frascatielle brodosi.
E’ possibile condirli anche con olio , aglio e peperoncino, oppure con ragù o brodo di gallina e abbondante formaggio grattugiato.

Annunci

Informazioni su Teresa De Masi

Perché anche in cucina non si smette mai di imparare, di crescere e - soprattutto - di meravigliarsi.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: