Mangiare Matera

Il marchio MANGIARE MATERA vuole portare, sulle nostre tavole e nelle nostre cucine, il meglio della produzione agroalimentare lucana. Ogni prodotto è selezionato con cura, seguito dal campo sino alla tavola, per farci riscoprire i sapori genuini di un tempo.

Strangozzi alla Molisani

Una nuova proposta di Gabriele.
20131124_122432

Ingredienti x 4 porzioni abbondanti:

Per gli strangozzi

  • semola di grano duro cappelli mangiare Matera – 400 g
  • acqua – 100 g
  • uova – 2
  • sale – un pizzico

 

Per il sugo 

  • pomodori pelati – 600 g
  • aglio – 6 spicchi
  • peperoncino a piacere
  • olio – 80 ml
  • basilico fresco – alcune foglie
  • sale

 

Procedimento:
Preparare gli strangozzi impastando a lungo gli ingredienti previsti, lasciar quindi riposare l’impasto ottenuto, coperto, circa 30 minuti.
Stendere in sfoglie da circa 3mm di spessore e con l’apposita chitarra formare gli strangozzi, porre su tavole spolverando di farina di riso affinché non si attacchino.

Portare a bollore abbondante acqua salata.
Far sobbollire i pelati, senza alcun condimento, a fuoco medio/alto per 8 minuti circa, quindi spegnere il fuoco, salare e aggiungere il basilico, tenere da parte al caldo.
Mettere gli strangozzi a cuocere, richiederanno circa 7-8 minuti.
Nel frattempo in un bicchiere di vetro resistente al calore versare l’olio previsto, aggiungere gli spicchi di aglio tagliati a metà e il peperoncino. Mettere nel forno a microonde a 100-150W di potenza per 4 minuti fino a che l’aglio non inizia a fare le bollicine (questo particolare procedimento, poiché l’olio non contiene acqua e le microonde agiscono invece solo sull’acqua, fa si che si scaldino e cuociono solo aglio e peperoncino mentre l’olio si intiepidirà solamente mantenendo tutta la sua fragranza ma assorbendo anche tutta l’essenza dell’aromatizzazione).

Scolare gli strangozzi, porli in una terrina, aggiungere tutto il sugo, tutto l’olio aromatizzato, mescolare e servire.

Annunci

Informazioni su Teresa De Masi

Perché anche in cucina non si smette mai di imparare, di crescere e - soprattutto - di meravigliarsi.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 27 novembre 2013 da in Concorso, Pasta fatta in casa, Primi piatti, Ricette con tag , , , .
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: