Mangiare Matera

Il marchio MANGIARE MATERA vuole portare, sulle nostre tavole e nelle nostre cucine, il meglio della produzione agroalimentare lucana. Ogni prodotto è selezionato con cura, seguito dal campo sino alla tavola, per farci riscoprire i sapori genuini di un tempo.

Pasta fresca fatta in casa e cime di rapa

 

Una proposta di Marisa.

IMG_3785

 

Ingredienti per 4 persone

  • 1 kg di cime di rapa
  •  300 g di semola rimacinata Senatore Cappelli
  • olio extravergine di oliva
  • 1 spicchio di aglio
  • acqua q.b.
  • 6 acciughe salate
  • peperoncino
  • 1 fetta di pane raffermo io pane di Matera

Procedimento:

  1. Disporre a fontana la farina, aggiungere l’acqua un po’ per volta ed iniziare ad impastare. L’impasto deve avere la giusta consistenza ed è per questo che conviene unire l’acqua man mano. Lavorare energicamente sino ad ottenere un palla con una superficie liscia e compatta. Far riposare per circa 15 minuti coperta da un canovaccio pulito.
  2. Pulire le rape eliminando le foglie esterne e dure lasciando le cime con le foglie più tenere. Lavarle accuratamente e farle sgocciolare in uno scolapasta.
  3. Pulire le acciughe dal sale, eliminare le lische e le spine. Tritare finemente l’aglio sbucciato e, se gradito, il peperoncino.
  4. Fare la pasta: staccare un piccolo pezzetto dall’impasto e formare un rotolino  sottile, avvolgerlo intorno al bastoncino e spezzarlo (vedi foto). Con delicatezza passare il bastoncino sul pettine facendo una lieve pressione per ottenere una rigatura fitta e per stendere un po’ la pasta.  Pasta fresca fatta in casa con cime di rapa blog il mio saper fare
  5. Per chi non ha il pettine può fare delle semplicissime orecchiette o strascinate (cliccare QUI )
  6. In un tegame far scaldare un generoso filo di olio evo e unire l’aglio e il peperoncino, appena sfrigolano aggiungere le alici mescolare per farle sciogliere e allontanare dal fuoco.
  7. Grattugiare il pane raffermo. In un tegame antiaderente versare un filo di olio evo, unire il pane grattugiato e far tostare a fuoco medio per alcuni minuti, deve risultare ben dorato.
  8. Portare a bollore abbondante acqua salata e unire le cime di rapa, appena saranno al dente aggiungere la pasta fresca fatta in casa. Girare e far cuocere per pochi minuti. Scolare e rimettere in pentola.
  9. Condire la pasta unita alle cime di rapa con l’olio insaporito, saltare il tutto a fuoco vivo.
  10. Impiattare distribuendo su ciascun piatto il pangrattato tostato (era il formaggio dei poveri)

 

Annunci

Informazioni su Teresa De Masi

Perché anche in cucina non si smette mai di imparare, di crescere e - soprattutto - di meravigliarsi.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: